3405031512 pugno@fotopugno.com
Stai cercando un fotografo professionista? Contattami subito!

Tutti fotografi

Parlo 4 lingue ed ho girato un discreto quadrante di mondo. Mai abbastanza, ma diciamo che non mi mancano timbri nel passaporto. Ho conosciuto e lavorato con colleghi di varie nazionalità. Nel resto del mondo per praticare la fotografia a livello professionale ci sono dei percorsi ben definiti. Ad esempio in Germania sono necessari un diploma e 3 anni di apprendistato prima di potersi stampare i biglietti da visita. Nel regno unito (io mi son laureato in fotografia in Scozia) nessuno ti prende in considerazione se non hai almeno un pezzo di carta in mano che dice che sai fare cose.

In Italia per diventare fotografi basta fare un pellegrinaggio al Media World. Ok, parliamone.

Penso che avere una laurea sia indispensabile? No, male non fa, ma in tutta franchezza ho imparato molto di più stando al seguito di fotografi esperti e sopratutto con la pratica professionale. Dopo gli studi sono tornato a lavorare in Italia dove gestivo il reparto di fotografia industriale per una tipografia. Abituato ai tempi e le attrezzature di uno dei college più grandi del regno unito la realtà Italiana è stata una doccia gelata dalla quale mi son ripreso solo dopo qualche mese. Alla fine della fiera però impari un fracasso di cose nuove che ti rendono più efficiente anche con meno. Insomma, impari ad arrangiarti con quello che hai.

C’è chi nasce con talento, lo invidio (=lo odio), io per arrivare dove sono ora ho dovuto sbatterci la testa parecchio. La ricompensa non è la bravura (quella che c’è la lascio giudicare al cliente) ma l’affidabilità. Se mi dai qualcosa da fare la porto a termine, altrimenti dormo male la notte.

Detto questo, ci son cose che mi fanno andare fuori dai gangheri. Cioè, non è possibile che ogni 2×3 che incontro una persona nuova mi presento come fotografo e questo mi risponde “Oh, anch’io”. Una volta quando vivevo in Canada ho conosciuto uno Spagnolo:

“Ciao, mi chiamo Alehandro e faccio l’architetto”

“Piacere, io faccio il fotografo”

“Ah! Sono fotografo anch’io!”

“Non eri un architetto?”

“Sì ma sono anche fotografo”

A quel punto ho fatto presente che tutti gli architetti che conosco dichiarano di essere fotografi, mentre nessuno dei fotografi che conosco è un architetto. E poi l’ho mandato a cagare, giusto perché non avevo una bella giornata.

Con gli anni mi sono un po rassegnato al fatto che siamo tutti fotografi. Fermo restando che io la considero più una vocazione che un mestiere. Tutti possiamo fare foto, ma quello di cui sono convinto è che l’abilità di scrivere la lista della spesa non faccia di te uno scrittore.

Scopri tutti i miei servizi di fotografia professionale

 

Skills

Posted on

29 Novembre 2014