3405031512 pugno@fotopugno.com
Stai cercando un fotografo professionista? Contattami subito!

Luce naturale

Cerco di tenere le cose semplici se posso.

So usare la luce artificiale. Adoro la luce naturale per 3 ragioni:

  1. Vedi esattamente quello che stai facendo
  2. Rispetta il mood dell’ambiente
  3. Tanti meno casini

Sono un esperto di Photoshop. In college mi chiamavano Obi Wan Adobe. Preferisco tenere il ritocco al minimo per 3 ragioni:

  1. Faccio foto, non illustrazioni
  2. Rispetto il mio soggetto e la luce
  3. Tanti meno casini

Ammetto di divertirmi come un cretino con lo Strobismo ogni qual volta la situazione lo permetta, ma molto spesso budget e tempi sono pressati. Anche se quasi sempre le condizioni di luce non sono ideali per il tipo di lavoro che sto facendo. Quando lo sono però è una gioia. È come essere pagati per giocare con la Wii (cosa che peraltro mi è successa…).

Se si è all’aperto e non piove, la luce ideale si presenta 4 volte durante una giornata: poco prima dell’alba/tramonto e poco dopo dell’alba/tramonto. Le cosiddette “ora blu” e “ora d’oro“, chiamate così per colorazione che prende la luce. La cosa bellissima è che durante questo periodo la luce artificiale (i lampioni, le vetrine, ecc) ha più o meno la stessa intensità della luce naturale, offrendo l’occasione di catturare la maggior quantità di dettagli possibili. Sarà capitato a tutti di scattare la foto di un edificio in notturna: o esponi per il cielo e bruci la facciata o esponi per la facciata e il cielo diventa nero. O fai un HDR se hai un cavalletto e sai che tasti premere ma non è la stessa cosa.

L’unica cosa brutta delle ore blu e d’oro è che durano abbondantemente meno di un’ora. E come se non bastasse si accorciano notevolmente più ci si avvicina all’inverno. O almeno da noi in Italia.

Qualche anno addietro ho avuto l’occasione di seguire un Workshop tenuto da Brooks Walker in Islanda, era la seconda settimana di Maggio. La prima sera ero troppo occupato a gustarmi la calda acqua termale che usciva dalla doccia per rendermene conto, ma il giorno successivo ho scoperto che in quel periodo dell’anno e a quelle latitudini l’ora d’oro dura dalle 3 alle 5 ore. O Gesù.

Giuro che ti va in pappa il cervello. Non sai cosa stai fotografando ma continui a scattare perché tutto sembra meraviglioso. L’unico istinto che hai è cercare di riempire scatole e scatole di luce. Per poi scaricare le schede e renderti conto che hai prodotto 20Gb di foto di muschio arancione. Abbiamo imparato.

Scopri tutti i miei servizi di fotografia professionale

 

Skills

Posted on

29 Novembre 2014